ABA (APPLIED BEHAVIOR ANALYSIS)


Le linee guida recentemente (2011) pubblicate dall'Istituto Superiore di Sanità pongono la terapia cognitivo-comportamentale e l'ABA (analisi comportamentale applicata) in particolare come principale metodologia d’intervento basata su evidenze scientifiche. Nonostante l’ABA sia indicata come l’intervento di elezione, è forte la carenza di professionisti e di strutture in grado di affrontare l’autismo con questa scienza. Ad oggi, gli interventi intensivi e precoci vengono realizzati quasi esclusivamente a domicilio; ciò comporta che i genitori devono farsi carico di contattare professionisti (consulente ABA, terapisti, logopedisti…), che talvolta non sono adeguatamente formati e non sono soliti lavorare in équipe di lunga data. Oltre ai costi per le terapie, inoltre, i genitori devono provvedere alla preparazione dei materiali e all’acquisto di giochi e rinforzatori, andando incontro ad un’ulteriore spesa. Per tutti questi motivi si vuole proporre un intervento che sia il più possibile sostenibile per la famiglia e per tutti gli ambienti di vita del bambino con autismo.